Viaggi a piedi

Cos’è un viaggio a piedi?

Un’esperienza di cammino emozionante e coinvolgente, appagante e divertente.copert

I viaggi a piedi che Avanguardie progetta e guida si svolgono in diversi periodi dell’anno.

IL RITO ANCESTRALE DELLE TAVOLE

Con l’inizio della primavera proponiamo un cammino di 5 giorni in Salento, tra le tavole di San Giuseppe e le tavole di pietra: una grande tradizione abbinata ad una grande storia.

tav 4 o tav 3 o tav1 o tav 2 o

Camminare in un paesaggio costruito dall’uomo e dal mare, dove storia e preistoria si intrecciano ed incontrare le tavole di S. Giuseppe. Si tratta di un rito antico ancora vivo in alcuni paesi dell’entroterra salentino che perpetua una tradizione pagana. Le case sono aperte, le tavole imbandite con pane, pesce e vari frutti della terra. Di giorno si cammina da Porto Badisco a Otranto, incontrando il Giardino Megalitico d’Italia e di sera si visitano le case e si assaggiano i cibi imbanditi sulle tavole.

tav 3 v tav 5 v tav 2 v tav 1 v taqv 4 v tav 0 big

UNA VIA VERDE SULL’ACQUA

All’inizio di maggio il viaggio si snoda sulla Murgia per 4 giorni, lungo le di servizio dell’acquedotto pugliese, il più grande acquedotto del mondo con oltre 3.000 Km di condotte.

aqp o 2 aqp o 3 aqp o 1 aqp o 4

Dalla “siticulosa Apulia” descritta da Orazio alla terra dei trulli, verde e fiorita ogni primavera, la strada è stata lunga. Questo viaggio ne percorre una parte, tra Gioia del Colle e Martina Franca, lungo le piste che l’AQP ha realizzato per portare acqua dalla Basilicata fino in Salento.

AQP v 5 aqp v 4 aqp v 3 aqp v 2 aqp v 1 aqp BIG

MARE E DUNE GROTTE E PESCATORI

A settembre, passato il grande caldo, torniamo in pista con un altro viaggio, un viaggio che si svolge tutto sul lungomare jonico: 6 giorni tra i parchi e le riserve del Salento jonico. Bagni al mare garantiti!

1or 2 or 3 or 4 or

Lungo la costa jonico salentina, tra natura e mare, dune e scogliere, incontrando persone diverse che vivono tra terra e mare. Nel cammino si susseguono parchi naturali dal paesaggio vario e ricco, dove l’elemento liquido (acqua dolce, acqua di mare, acqua di falda) ci accompagna colorando le nostre tappe. E tutte le genti, che qui si sono alternate e mischiate in migliaia di anni di arrivi e partenze, aggiungono sapori e tradizioni.

1 v 2 v 3 v 4 v 5v1 fine

I VERDI COLLI DELLA CITTÀ BIANCA

Emozioni d’autunno tra gli invitti patriarchi della piana di Ostuni, le suggestioni dei villaggi rupestri delle lame carsiche Morello – Lamacornola ed i silenzi mistici del santuario di San Biagio. Dalle dune costiere ai colli di Ostuni: 4 giorni a piedi dove la natura non è mai vinta.

Ost o3 Ost o 2 ost o 4 Ost o5

I ginepri secolari della riserva naturale regionale “dune costiere Torre Canne – Torre S. Leonardo”, intrecciano da una vita le loro radici ai granelli di sabbia delle dune, consolidandole. Il risultato di questo matrimonio mineral-vegetale è un paesaggio ormai raro, come rari sono gli spazi in cui alle dune si succedono le aree umide e a seguire spazi dove lo sguardo corre libero tra fili d’erba e pietre, senza sbattere contro edifici moderni costruiti con prepotenza e tracotanza al di fuori del lecito e del bello. Qui, invece, tra ipogei sacri e canaloni carsici, antiche masserie e ulivi ultrasecolari il bello abbonda!

Ost v 5 ost v 4 ost v 3 ost v 1 Ost v 2 Ost big

L’ALBA DEI POPOLI IN TERRA D’OTRANTO

L’anno volge al termine e l’alba del primo giorno del nuovo anno sorge. Prima ad Otranto e poi nel resto d’Italia. L’invito è a seguirci per iniziare l’anno sul lembo più orientale dello stivale. Tra torri mangiate dal vento, falesie sfumate d’oro, cripte misteriose, chiese rupestri, affreschi e incisioni. 6 giorni per viaggiare nel tempo.
alba 1 iDRO 1 ORTE1 OTR2

1 castello, 2 condottieri schierati su fronti opposti, 800 martiri, 1000 leggende. I numeri di Otranto sono molti ma non fanno la storia, come invece i personaggi che hanno amato e vissuto questo piccolo borgo, capitale di una grande regione: la Terra d’Otranto, pronta ad accoglierci per farci meravigliare di fronte all’alba che unisce due sponde diverse dello stesso mare.

aLBA 3 iDRO 3 MEM 1 CERF3 ORTE3alba Big

http://www.avanguardie.net

https://www.facebook.com/Avanguardie

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...